Un fantasy per ragazzi ambientato in Val Camonica, tra misteri e amicizie: “Daniel Ghost e le anime erranti” del camuno Nicola Lucchi

Recensione di Chiara Massini per Brescia si legge

Non è facile essere un fantasma. Nemmeno se sei uno di quelli in carne e ossa. L’indifferenza delle persone è come una pugnalata che si conficca tra le costole a ogni saluto mancato, a ogni parola fuori posto, a ogni segnale di disinteresse

“Daniel Ghost e le anime erranti”, Nicola Lucchi

Esistono fantasmi che infestano manieri e palazzi: anime tormentate ricoperte da un lenzuolo bianco, o spiriti traslucidi che tornano sulla terra perché hanno delle faccende in sospeso. Leggende antiche ci raccontano la loro storia e noi ne siamo affascinati, e forse un po’ impauriti. E poi ci sono i fantasmi di tutti i giorni, quelli che sono vicini a noi, ma passano inosservati.

Daniel è uno di questi, un ragazzo in carne ed ossa che nessuno prende mai in considerazione, come se non esistesse proprio. Finché non diventa proprio lui il protagonista di un’avventura paurosa e allo stesso tempo affascinante, nel libro “Daniel Ghost e le anime erranti” (Gribaudo, 2022 – acquista qui) dello scrittore e sceneggiatore camuno Nicola Lucchi edito dall’editore, parte del gruppo Feltrinelli, Gribaudo.

Un fantasy che si rivolge a ragazze e ragazzi amanti del brivido e del mistero, ambientato in un paese immaginario della Val Camonica, che tratta in maniera efficace e meritoria numerosi temi: l’amicizia, il bullismo, la perdita dei genitori e il rapporto con le proprie origini e con il luogo in cui si vive.

Attenzione: la recensione contiene lievi spoiler

Compagni strambi e misteri da risolvere

Tutto ha inizio il primo giorno di scuola quando Daniel, alle prese con un nuovo paese, nuovi compagni e una nuova vita, deve fare i conti anche con una compagna di banco un po’ stramba, che si veste in modo antiquato e non compare sul registro di classe. E che soprattutto nessuno riesce a vedere! Diana, questo il suo nome, è un fantasma vero e proprio, di quelli che attraversano i muri e le persone, riuscendo a percepirne le emozioni e i sentimenti. Ma perché solo lui riesce a vederla? Questa scoperta spaventa all’inizio il nostro Daniel che però è un grande appassionato di misteri e creature fantastiche. Non rimane altro da fare se non fare un salto in biblioteca e scoprire qualcosa di più su quella Valle misteriosa in cui è stato catapultato!

Iniziai a domandarmi se non fossi finito in un paese di creature fantastiche, mimetizzate tra la gente comune per scampare ai pericoli della modernizzazione…tutti avevano ai miei occhi un che di misterioso e sospetto”.

“Daniel Ghost e le anime erranti”, Nicola Lucchi

Oltre a Diana, la sua prima e unica amica, nella scuola si aggira un altro fantasma, ben diverso, che minaccia alunni e professori. È un Errante, un’anima tormentata che ha violato la regola del silenzio ed è tornato sulla terra per un motivo sconosciuto. Proprio a lei è stato affidato il compito di scoprire cosa ha causato il suo ritorno e donargli la pace. Ma da sola non può far tutto, è pur sempre un fantasma! Ed ecco che entra in gioco Daniel che per un assurdo motivo riesce a sentirla e vederla. Al duo si unirà presto Nicolas, un ragazzino molto solo, ma che maschera spesso le sue fragilità comportandosi da bullo.

Con Nicolas in squadra, i tre amici potranno arrivare presto alla verità, anche se non mancheranno colpi di scena da brivido e fughe rocambolesche. Tra giri negli archivi e in biblioteca verrà alla luce un mistero rimasto irrisolto per venticinque anni, un caso di cronaca accaduto proprio in quella scuola.

Fuggire o restare

Il libro è ambientato a Quattrossi, un paesello immaginario della Val Camonica arroccato tra le Prealpi. Per tutta la sua breve vita Daniel ha vissuto questa valle come un luogo triste e noioso da cui fuggire, influenzato dai racconti dei genitori che hanno sempre avuto il desiderio di scappare e non fare più ritorno nei luoghi della loro infanzia, definendolo “un buco insignificante in cui lo sport preferito dalle persone è spettegolare” e un posto in cui “ci si annoia così tanto che persino sbadigliare è un’attività elettrizzante”.

Oggi, però, rimasto orfano, non ha altra scelta che finire proprio lì, tra quelle montagne in cui vivono con orgoglio i suoi zii, in un paesaggio conosciuto per le incisioni rupestri e le miniere di rame. E se all’inizio vede il mondo con gli occhi dei genitori, si renderà presto conto che questa valle nasconde numerosi misteri da risolvere e avventure da vivere.

Zio dice sempre che gli abitanti di queste terre, fin dall’antichità, sono dei guerrieri, dei lavoratori e dei cocciuti. Sulle prime due non potevo ancora sbilanciarmi, ma non c’era dubbio che sulla cocciutaggine io fossi un campione”.

“Daniel Ghost e le anime erranti”, Nicola Lucchi

I temi e la scrittura

La capacità dello scrittore sta nel riuscire a inserire in 140 pagine molti elementi e temi. Il libro, che fa parte della nuova collana per ragazzi Gribaudo Fantasy, è una storia di amicizia e di riscatto, un fantasy ricco di colpi di scena ma che affronta anche temi di sostanza come la perdita dei genitori, il bullismo nelle scuole e le difficoltà di essere figlio di immigrati.

La scrittura è lineare e scorrevole, con molti rimandi alla storia e ai paesaggi della Val Camonica. Riesce a tenere alta l’attenzione e a catturare il lettore fino all’ultima pagina. Punto di forza è sicuramente il rapporto di amicizia che si instaura tra questi tre ragazzi, che scopriranno presto quanto si diventa più forti quando si affrontano le difficoltà in gruppo, tutti diversi ma proprio per questo portatori di quella unicità che arricchisce gli altri. E si arriva ad amarli e a chiedere a gran voce all’autore nuove avventure e misteri da risolvere!

Piccola nota finale: in un mare di libri in cui le bibliotecarie sono sempre descritte come vecchie e antipatiche, non si può non amare la bibliotecaria speciale di Quattrossi! (parola di bibliotecaria!)


Titolo: Daniel Ghost e le anime erranti
Autore: Nicola Lucchi
Editore: Gribaudo, 2022

Genere: Fantasy per ragazzi
Pagine: 140
ISBN: 9788858043219

Se pensi di acquistare questo libro online, fallo attraverso questo link: sosterrai il progetto Brescia si legge.

Incontrarci non è stato facile, ora non perdiamoci di vista! Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su ciò che accade sulla “scena letteraria bresciana”

Chiara Massini

Laureata in "Scienze della comunicazione" e in "Editoria e giornalismo" a Verona, è appassionata da sempre di lettura e scrittura. Nel 2019 ha pubblicato la sua tesi di laurea dal titolo “La fanfiction” e successivamente alcuni racconti in antologie. Da due anni lavora in biblioteca e si occupa di organizzare eventi e presentazioni di libri. Sul suo comodino non possono mai mancare almeno 3 libri (di cui uno urban fantasy) e un bicchiere di succo ace.

Potrebbero interessarti anche...

Abilita notifiche OK No grazie