“L’enigma di Monte Isola”, mistero e colpi di scena nel giallo di Fabrizio Felappi

Recensione a cura di Roberta Ghirardi per Brescia si legge

Il commissario Angelo Saronno, lasciata momentaneamente la sua Valle Camonica, raggiunge Monte Isola, luogo dove è stato rinvenuto il corpo senza vita di un noto scrittore di libri gialli. Grazie anche all’aiuto del bravo ispettore Ivan Nosetti l’indagine sembra prendere subito una piega positiva; ma nulla si rivelerà per quello che appare.

Qualcuno, ha deciso infatti di interferire e cercherà di fermare il commissario con ogni mezzo: un’ombra minacciosa pronta a tutto!

“L’enigma di Monte Isola. Un giallo bresciano” (EBS Print 2020 – acquista qui), di Fabrizio Felappi, è un bel giallo ambientato in una delle isole lacustri più grandi d’Europa, Monte Isola, posta esattamente al centro del meraviglioso lago d’Iseo. Un romanzo che ruota attorno ad un rebus particolarmente intricato e pericoloso e che si svolge in uno scenario incantevole, con Monte Isola ad assurgere quasi al ruolo di co-protagonista della storia.

Una cornice suggestiva

Fabrizio Felappi è nato a Lovere (provincia di Bergamo), nel 1971, ma da alcuni anni si è trasferito – per amore – in Toscana. Appassionato lettore di gialli, ha debuttato nel 2017 con “Delitto all’Hotel Margherita” ed ha ambientato le prime storie del “suo” commissario Saronno in Valle Camonica prima di spostarsi nel cuore del Lago di Iseo.

Teatro di “L’enigma di Monte Isola”, terzo capitolo della saga del commissario Angelo Saronno, è infatti Monte Isola, località nota ai bresciani e giunta alla ribalta con l’evento The Floating Piers che l’ha fatta conoscere in tutto il mondo.

La descrizione dei luoghi, delle usanze che si snodano tra il verde delle montagne e l’azzurro del lago d’Iseo fanno dell’ambientazione di questo giallo una bella cornice ma anche un co-protagonista della storia; e lLa dovizia di particolari nella descrizione fa pensare che oltre la conoscenza personale dei luoghi, l’autore provi  nostalgia degli stessi.

Aiutanti e antagonisti per un giallo coinvolgente

Chi conosce Monte Isola sa che qui, non circolando automobili, regna una tranquillità e una serenità che si fatica a trovare altrove. Nella finzione di Felappi, tuttavia, la tranquillità di questo luogo ameno viene squarciata da un omicidio: un famoso scrittore di gialli viene trovato morto ammazzato.

A risolvere il caso viene chiamato dal distretto 17 della Valle Camonica il commissario Saronno in compagnia del suo “aiutante”, cioè l’Ispettore Ivan Nosetti.

Da subito, i due vengono aiutati da una signora che gestisce sull’isola uno storico negozio in cui un turista appena sbarcato può trovare proprio di tutto. La negoziante sembra non veder l’ora di mettersi a disposizione della polizia.

Sulla scena del crimine, Saronno e Nosetti trovano un indizio che sembra far volgere l’indagine alla conclusione in maniera piuttosto rapida… ma niente sarà come sembra.

Il commissario sarà infatti ostacolato nella sua indagine anche da un uomo misterioso, e dovrà addirittura guardarsi alle spalle…

Saronno, un investigatore fuori dagli schemi

Saronno è un investigatore fuori dagli schemi, molto diverso da quelli di cui siamo abituati a leggere o o che vediamo in televisione.

Innanzitutto, da Brescia è stato trasferito, in una sorta di esilio lavorativo, in Valle Camonica. A rendergli la vita difficile troviamo un questore che decisamente non lo ama e che, anzi, cerca di ostacolarlo anche con modi… non troppo ortodossi.

Saronno è un pasticcione, un imbranato che per fortuna ha al suo fianco il bravo e competente investigatore come Nosetti.

Una lettura ricca di suspense

In “L’enigma di Monte Isola”, Felappi prende il lettore per mano e lo accompagna nella storia alla ricerca di una verità che sembra sempre a portata di mano, anche se poi tutto è molto più complicato di quanto sembra e la risoluzione del caso non è scontata, né affatto semplice da dedurre.

Il lettore si trova a fare congetture sul possibile colpevole e sul movente, ma al momento opportuno Felappi sconvolge il gioco con un colpo di scena che fa cadere tutte le certezze che ci si è costruiti durante la lettura.

Uno stile di scrittura semplice, chiaro e accattivante fa leggere questo gradevole giallo tutto d’un fiato.

Chi lo sa se Fabrizio Felappi ha già pronta nel cassetto una nuova avventura del commissario Saronno. Noi ce lo auguriamo!


Titolo: L’enigma di Monte Isola. Un giallo bresciano
Autore: Fabrizio Felappi
Editore: EBS Print, 2020

Genere: Giallo
Pagine: 142
Isbn: 9788893498470

Se vuoi acquistare questo libro online, fallo attraverso questo link: sosterrai il progetto Brescia si legge.

Incontrarci non è stato facile, ora non perdiamoci di vista! Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su ciò che accade sulla “scena letteraria bresciana”

Potrebbero interessarti anche...

Abilita notifiche    OK No grazie