“Scopri Brescia”: una guida fresca e curata per appassionarsi a Brescia e alle sue storie

Recensione a cura di Andrea Franzoni per Brescia si legge

Il nostro desiderio è quello di riuscire a trasmettere almeno una parte dell’emozione che proviamo ogni volta che abbiamo il privilegio di illustrare uno dei capolavori artistici cittadini o di raccontare una delle vicende dei nostri antenati.

Elena Frosio e Laura Stefanini, prefazione di “Scopri Brescia” (Vannini 2021)

Quindici itinerari, tra i luoghi e le storie più caratteristiche del centro storico di Brescia, raccolti in una guida accattivante e curata capace di appassionare il lettore. Un testo divulgativo e fresco, scritto da due guide turistiche bresciane esperte, capace di bilanciare storia ed arte, erudizione e aneddotica popolare, fornendo in poco più di 200 pagine (in pratico formato brossura 13×20) tutte le coordinate necessarie per orientarsi tra i tanti eventi storici che hanno lasciato il segno su Brescia insieme ad una quantità notevole di aneddoti e di dettagli curiosi.

“Scopri Brescia”, scritto dalle storiche dell’arte e guide turistiche bresciane Elena Frosio e Laura Stefanini (animatrici dell’omonima associazione Scopri Brescia), è una guida del centro storico di Brescia costituita da quindici capitoli dedicati ad altrettanti angoli della città ed alle vicende cui hanno fatto da sfondo. Un libro pensato per chi visiterà la città per la prima volta, ma anche e soprattutto per chi ha sempre vissuto a Brescia e dintorni senza però aver avuto l’occasione di soffermarsi sui dettagli, di comprendere le stratificazioni visibili nei luoghi o di apprezzare le storie di cui essi sono stati testimoni.

Arricchito da illustrazioni e fotografie che aiutano a orientarsi, e che danno al libro un taglio moderno e gradevole, “Scopri Brescia” è pubblicato da Vannini Editrice, storico marchio bresciano attivo da inizio ‘900, recentemente rilanciato grazie all’ingresso di un team di giovani professionisti che hanno curato questa efficace edizione.

Un’immersione piacevole nei luoghi cittadini

Come ogni guida che si rispetti, “Scopri Brescia” si basa su una struttura semplice e chiara: quindici capitoli introdotti da una mappa, dedicati ad altrettanti “itinerari” che hanno per protagonisti singole piazze (piazza della Loggia, piazzetta Tito Speri), quartieri del centro storico (il quartiere del Carmine, i vicoli intorno alla torre della Pallata) o complessi architettonici particolarmente densi di storia (il complesso di Santa Giulia, la basilica delle Grazie).

Ciascuno dei capitoli è stato quindi sviluppato dalle autrici in maniera libera, mettendo di volta in volta in luce gli aspetti più interessanti senza dover sottostare a una struttura predefinita, con l’obiettivo di appassionare il lettore e di condensare in un numero contenuto di pagine una selezione di storie raccontate con maestria ed efficacia. Se da un lato le date e gli eventi storici necessari per fornire le coordinate principali sono raccontati con precisione, infatti, dall’altro è del tutto apprezzabile la scelta di fornire una sintesi ragionata evitando profluvi di date, di dettagli architettonici o di nomi, più funzionali all’esibizione dell’erudizione dello scrivente che al piacere del lettore.

Allo stesso tempo, l’organizzazione dei contenuti sulla base di coordinate spaziali come in un tour turistico (e non, ad esempio, sulla base dei periodi storici) permette al lettore di immergersi davvero nei luoghi, di apprezzare come ogni angolo della città sia il frutto di un intreccio di stratificazioni, e di rilevare come molti luoghi siano cambiati nei loro connotati esteriori rimanendo però fedeli ad identità più profonde.

Un format derivato senz’altro dall’esperienza maturata sul campo dalle autrici, guide turistiche, e dalla loro volontà di tenere sempre alta l’attenzione del lettore, che rende il libro dinamico e di facile lettura. Se da un lato il lettore viene in diversi casi lasciato con il desiderio insoddisfatto di saperne di più (e la bibliografia, molto scarna, purtroppo spesso non aiuta), dall’altro lato la capacità di sintesi è per una pubblicazione tascabile e divulgativa come questa senz’altro un dono.

Tra arte, storia e cultura popolare

L’aspetto più apprezzabile del libro, è costituito però forse dalla capacità di bilanciare arte, storia e cultura popolare, condendo il tutto con un gran numero di aneddoti gustosi. Come illustrano le autrici nell’introduzione, infatti,

Nel corso delle nostre ricerche abbiamo “incontrato” contesse e cavalieri, ladri e assassini, eroi e poeti. Le loro storie – commoventi, divertenti, drammatiche o appassionate – sono diventate parte della nostra quotidianità e, dopo averle raccontate tante volte a voce, abbiamo deciso di raccoglierne alcune per iscritto. Con la convinzione che, se è vero che i monumenti costituiscono le pietre miliari di una città, a rendere vivo e appassionante il patrimonio storico e artistico sono le storie e i sentimenti delle persone che in quei luoghi hanno vissuto.

Elena Frosio e Laura Stefanini, prefazione di “Scopri Brescia” (Vannini 2021)

Dal palio medievale osteggiato dai francescani nel Quattrocento ai roghi per stregoneria nel Cinquecento, dalla storia della bohème artistica bresciana ospitata nell’Osteria Cantinone a quella – tragica – di Alberto Dalla Volta, dal racconto del tessuto sociale dei quartieri del Carmine o della Pallata, fino a quello dell’amore ostacolato tra Tito Speri e la sua amata o alle storie boccaccesche cui hanno fatto da sfondo alcuni conventi cittadini (incluso quello di Santa Caterina), “Scopri Brescia” è infatti prima di tutto una miniera di aneddoti e di storie.

Aneddoti che fanno di “Scopri Brescia” non solo una guida da consultare prima o durante una passeggiata in città, ma anche un libro da leggere lasciandosi trascinare e suggestionare dalle storie curiose ed evocative che vi sono contenute.

Elementi che rendono “Scopri Brescia” una guida pregevole e imperdibile, in grado di fornire le coordinate necessarie per orientarsi e per comprendere l’evoluzione della città, ma soprattutto capace di incuriosire e di appassionare il lettore. In particolare, chi legge si sentirà invogliato a riscoprire la propria città non tanto a partire dalle “fredde” pietre che la compongono, né adottando il piglio cattedratico del vecchio professore, bensì usando come carburante il calore pulsante delle storie, dalle atmosfere e degli umori delle genti che nei secoli hanno avuto questa città per casa.


Titolo: Scopri Brescia
Autori: Elena Frosio e Laura Stefanini
Editore: Vannini Editrice, 2021

Genere: Guida
Pagine: 224
Isbn: 9788864460789

Incontrarci non è stato facile, ora non perdiamoci di vista! Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su ciò che accade sulla “scena letteraria bresciana”

Andrea Franzoni

Nato negli anni ’80, vive in equilibrio tra Brescia e Milano. Sociologo di formazione ed attivista per necessità, lavora in una multinazionale del marketing e della comunicazione continuando a coltivare parallelamente la sua passione per le storie ed il desiderio velleitario di contribuire a rendere la città natale un po' più aperta e consapevole. Prima di fondare "Brescia si legge", ha pubblicato un romanzo distopico (Educazione Padana, 2018) e una raccolta di racconti ('I forestieri e l'anima della città. Storie di migranti a Brescia nella seconda metà dell'800', 2019).

Potrebbero interessarti anche...

Abilita notifiche    OK No grazie