Le complicazioni dell’amore: recensione di “Gelosia”, romanzo di Camilla Baresani

Recensione a cura di Katiu Rigogliosi per Brescia si legge

Antonio, caprese dipendente di una società che vende prodotti consumabili agli hotel di gran lusso, durante una conferenza nella sua bellissima isola conosce Bettina, bresciana tutta d’un pezzo che gestisce un campeggio a Desenzano.

L’amore che scoppierà tra i due sarà travolgente, e non baderà a distanze fisiche, a diversità culturali e a pregiudizi familiari. Riuscirà anche a superare il logorio della quotidianità, le difficoltà della nuova vita e – soprattutto – tradimenti e gelosia?

“Gelosia” (La Nave di Teseo, 2019 – acquista qui) è il settimo romanzo della scrittrice bresciana Camilla Baresani: oggi autrice di successo (e non solo), in un tempo non troppo remoto gestore di un campeggio a Desenzano del Garda.

L’amore che supera le distanze

“I suoi famigliari temevano quella Bettina, cresciuta senza una famiglia normale e che dunque difficilmente avrebbe saputo crearne una tradizionale. Dopo la nascita dei figli, alle prime difficoltà sarebbe arrivata quasi certamente una separazione, e lei si sarebbe tenuta i loro nipoti lassù”.

Camilla Baresani, Gelosia

Quando l’amore tra Bettina (bresciana del Garda) e Antonio (caprese) scoppia, la famiglia di lui sembra presagire il peggio: troppo diversi i background dei due innamorati, troppo alto il rischio di arrivare infine ad una rottura.

Quello che la famiglia di Antonio non conosce è però la tenacia di Bettina. Per lei, Antonio accetta di trasferirsi sul lago di Garda e si ritrova ad aiutare la giovane moglie a gestire il suo campeggio Europeo, socializzando coi clienti tedeschi e facendo amicizia con gli abitanti del paese. Ed è sempre lei, inizialmente, a prendere in mano le redini della famiglia spronando il proprio marito ad aprire una propria società a Milano, e cominciare da lì a cercare i propri clienti di lusso.

Detto fatto: società nuova, uffici lucidi in quel di Brera, dipendenti nuovi. Perché Antonio, ovviamente, aveva bisogno di una mano a gestire la clientela.

E’ così che nella sua vita entra Sonia.

Da qui il titolo del romanzo, “Gelosia”, prende il sopravvento.

Malumori, intrusioni e tradimenti

“Gelosia” è il racconto di anni di tradimenti, di gelosie infondate e di gelosie con tanto di prove certe, di messaggi, di cene, di appuntamenti inventati, di crisi, di figli mai arrivati e di lavori che sono la scusa giusta per i propri malumori, le proprie ansie e le proprie paure. Un romanzo che racconta le complicazioni dell’amore, le migliori intenzioni ed il loro naufragio.

Riuscirà il matrimonio di Antonio e Bettina a superare tutte queste avversità? Riusciranno a essere fedeli alla loro promessa d’amore o lasceranno che altri mettano becco nella loro vita?

Questo romanzo, al di là della storia narrata tra le sue pagine, ci mette davanti alla domanda che generazioni su generazioni si pongono ad ogni inizio di relazione: fino a che punto la gelosia è ammessa in un rapporto? E, soprattutto, il tradimento è sempre e solo colpa di uno dei due interessati? O meglio: il tradimento è sempre e solo colpa dell’amante, che attira a sé le vittime come miele le api?

L’autrice e l’influsso bresciano

Camilla Baresani, nata e cresciuta a Brescia, vive ora tra Milano e Roma. Ha scritto diversi romanzi spesso premiati e tradotti all’estero, collabora con Il Corriere della sera e Grazia, insegna scrittura creativa alla scuola Molly Bloom di Roma ed è presidente del CTB (Centro Teatrale Bresciano).

In questo romanzo ha descritto, seppure brevemente, l’area bresciana del lago di Garda, col suo paesaggio complesso e differente a seconda del versante bresciano, veronese o trentino, con punte descrittive nelle vicine città d’arte (Mantova, Verona, Brescia).

In particolare evidente è il confronto fra turismo caprese, fatto di tanto sole, calore, belle signore coi cappelli dalle falde larghe e con mariti danarosi provenienti dall’estero – Stati Uniti, Francia, Giappone, paesi arabi – che occupano alberghi a infinite stelle, ed il turismo gardesano, molto più semplice, alla mano, con famiglie con bambini divertenti e genitori lavoratori che riempiono i campeggi con le tende e i camper, dopo aver percorso chilometri di strada provenendo dalla Germania, dall’Olanda, dall’Austria.

Perchè il lago di Garda, come tutta la provincia bresciana, è questo: solida, dura, che guarda alla praticità più che alle stelle. Proprio come l’inizio della relazione tra Antonio e Bettina.


Titolo: Gelosia
AutoreCamilla Baresani
EditoreLa Nave di Teseo, 2019

Genere: Romanzo
Pagine: 376
Isbn: 9788893449229

Se vuoi acquistare questo libro online, fallo attraverso questo link: sosterrai il progetto Brescia si legge.

Potrebbero interessarti anche...