Se i lettori prendono il controllo della storia: la Fanfiction raccontato da Chiara Massini

Recensione di Alina Cebotari per Brescia si legge

Vi è mai capitato di finire un libro e continuare a pensare ai personaggi, a chiedervi chissà cosa staranno facendo, come sia andata poi la loro vita, o rimuginare troppo su quel finale che non vi ha soddisfatto? Non siete gli unici, perché è proprio per questi motivi e non solo che è nata la fanfiction.

Chiara Massini, nata a Brescia e laureata in Scienze della Comunicazione e poi in Editoria e giornalismo a Verona, data la sua passione per i libri e il lavoro in biblioteca, ha approfondito questo mondo da mille sfaccettature spesso non conosciute. Il saggio “La Fanfiction” (Temperino Rosso 2019 – acquista qui), evoluzione della sua tesi di laurea, percorre le principali tappe di questo tipo di scrittura che nasce dall’alterazione di storie già esistenti da parte dei fandom, comunità di fan, quindi grandi appassionati di film, libri, videogame che prendono in prestito trame, personaggi e luoghi già esistenti dai loro media preferiti.

Cultura partecipativa e creatività dal basso

Il fenomeno non è nuovo però è diventato più conosciuto grazie all’avvento di internet e della nascita di siti come fanfiction.net, efpfanfic.net e successivamente Wattpad, piattaforme dove i lettori diventano essi stessi scrittori. Si parla quindi di cultura partecipativa, di creatività dal basso o bottum-up e di User Generated Content.

Nel saggio vengono poi passati in rassegna i generi e le varie tipologie di fanfiction, con l’elenco di nomi che avrete spesso visto ma mai capito del tutto come per esempio “fluff”, storia dal clima caldo e sereno, oppure “crossover” cioè incrocio: quando in una stessa storia interagiscono personaggi provenienti da opere diverse, sia dello stesso autore sia di autori diversi.

Si pone quindi l’attenzione sui primi fandom, e su quelli che nel corso del tempo sono diventati sempre più attraenti: si parla quindi di “Sherlock Holmes”, “Star Trek”, “Harry Potter”, “Twilight” o “One Direction”.

Prendersi a cuore una storia al punto da non accettarne la fine

Chiara, nel suo lavoro di ricerca, contatta i fandom per capire meglio cosa significa per loro scrivere fanfiction e quali sono i motivi principali, citando così alcune affermazioni curiose: “La cosa che le fanfiction mi hanno insegnato è che se vuoi che qualcosa vada per il verso giusto, devi farlo accadere tu”, oppure: “Non appena finisco di leggere un libro (o di vedere una serie tv o un film) corro subito online a vedere se qualcuno ha scritto qualcosa a riguardo. Se anche io non me la sento ancora di riprendere la storia, di certo qualcuno l’ha già fatto (o lo farà)”.

Con uno stile scorrevole e un linguaggio semplice, l’autrice tocca e riflette sui lati più criticati della fanfiction, come la scarsa qualità della scrittura, ma anche sui punti di forza e i casi di successo come “Cinquanta sfumature di Grigio” o “After”.

Una lettura molto piacevole che vi porterà a scoprire informazioni interessanti e forse nuovi spunti e idee per scrivere o leggere qualcosa di nuovo.


Titolo: La Fanfiction
Autore: Chiara Massini
Editore: Temperino Rosso, 2019

Genere: Saggio
Pagine: 128
Isbn: 9788831909778

Se vuoi acquistare questo libro online, fallo attraverso questo link: sosterrai il progetto Brescia si legge.

Potrebbero interessarti anche...

Abilita notifiche    OK No grazie